Progetti e Partnership / Too Good To Go

Aderiamo al progetto contro lo spreco alimentare Too Good To Go

Il contesto

Prestabilite, confuse, travisate e spesso trascurate, le date di scadenza dei prodotti che arrivano nelle nostre case sono spesso fonte di un’enorme quantità di spreco alimentare.

In Europa infatti, il 53% dello spreco alimentare avviene proprio a livello domestico (EU Fusions, 2016) e le date di scadenza sono responsabili del 10% degli 88 milioni di tonnellate di cibo sprecati lungo la filiera alimentare (Commissione Europea, 2018). 

IT - EN
Progetti e Partnership / Too Good To Go

Aderiamo al progetto contro lo spreco alimentare Too Good To Go

Etichetta consapevole

Contribuiamo alla creazione di una corretta cultura alimentare.

Per contribuire a una corretta cultura alimentare, stiamo modificando il retro etichetta delle nostre principali referenze per aggiungere una frase “Spesso buono oltre”, vicino al TMC (termine minimo di conservazione) per incoraggiare i consumatori a valutare attentamente prima di gettare un prodotto “da consumare preferibilmente entro il”.

 

Sono 9 milioni le tonnellate di cibo sprecate ogni anno in Europa, dovute all’errata interpretazione della dicitura, che equivalgono a più di 22 milioni di tonnellate di CO2 immesse nell’atmosfera: un danno non solo economico, ma in primis ambientale. Proprio per questo l’iniziativa che ci vede coinvolti sarà presentata in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente (5 giugno), con lo scopo di sensibilizzare e incentivare una maggior comprensione delle informazioni sul prodotto.

Una campagna che l’app ha già promosso in altri Paesi come Danimarca, Germania, Svizzera, Francia, Regno Unito, Spagna e Portogallo, proprio per l’importanza del tema in ottica di contrasto allo spreco. 

IT - EN
Progetti e Partnership / Too Good To Go

Aderiamo al progetto contro lo spreco alimentare Too Good To Go

La testimonianza

“Abbiamo voluto avviare questa collaborazione con Too Good to Go per dare il nostro contributo nella lotta allo spreco alimentare. Ci impegniamo a introdurre la dicitura “Spesso buono oltre” sui nostri prodotti principali perché da sempre vogliamo fare cultura alimentare, spiegando anche il corretto modo di leggere le etichette. Continua e si amplia così il nostro percorso che da anni portiamo avanti legato alle tematiche della sostenibilità e attenzione all’ambiente. Lo facciamo in modo concreto e questa iniziativa ne è una nuova – bella – dimostrazione”
Pierluigi Rinaldi

IT - EN